Article

La canzone d’autore raccontata dai cantautori italiani

Di seguito alcuni esempi di canzone d’autore spiegate dai cantautori italiani che l’hanno composta. Direttamente dalle loro parole scopriamo alcuni aneddoti e curiosità su come sono nate le canzoni d’autore dei maggiori cantautori italiani.

La canzone di Marinella

La canzone d'autore di Fabrizio De Andrè

Fabrizio De Andrè

Non considero la canzone di Marinella ne peggiore ne migliore di altre che ho scritto, solo che le canzoni si distinguono in fortunate e sfortunate. Probabilmente il fatto che Marinella facesse rima con parole come bella, stella l’ha resa più fortunate delle altre.

La canzone di Marinella è nata da una specie di romanzo famigliare. L’ho applicato a una ragazza che a sedici anni per motivi famigliari si era trovata a fare la prostituta ed era stata scaraventata nel Tanaro o nella Bormida, non ricordo bene, da un delinquente. Un fatto di cronaca che io avevo letto su uno di questi giornali di provincia, io avevo quindici anni. Non mi ricordo più, poteva anche chiamarsi la gazzetta del Tanaro. E così mi aveva emozionato e ho cercato di reinventargli una vita e di addolcirgli la morte.

(Fabrizio De Andrè)

 

Dio è morto

La canzone d'autore di Francesco Guccini

Francesco Guccini

È nata da una copertina di Time, settimanale americano,c’era un distintivo di metallo dove c’era scritto God is dead (Dio è morto). Si parlava allora dei filosofi che dicevano della morte di Dio [L’elogia della morte di Dio]. Però qualcuno ha fatto osservare giustamente dell’Urlo di Ginsberg : “Ho visto la gente migliore della mia generazione..”. Quindi sono state sicuramente queste due cose che han fatto nascere questa canzone.

Andai allora ad Amsterdam, perché allora c’era il mito e c’era un gruppo di ragazzi bolognesi che anche loro andavano lì. Io naturalmente avevo la chitarra. Feci questa canzone e loro rimasero entusiasti. Erano ragazzi che frequentano un certo padre Michele Casali, quel frate domenicano con cui abbiamo fondato assieme la famosa Osterie delle Dame.

(Francesco Guccini)

La canzone d’autore nasceva anche in collaborazione con i discografici, cosa che sembra oggi sfuggire alla discografia. Ce lo racconta De Gregori uno che ha scritto la storia dei cantautori italiani…e anche dell’Italia.

Il finale della canzone “La storia siamo noi”

La canzone d'autore di Francesco De Gregori

Francesco De Gregori

Il finale era diverso. Quando scrissi la canzone la feci sentire al mio discografico di allora, con il pianoforte andai nel suo ufficio. Era Enio Melis, grande discografico della RCA e mi disse “è una bella canzone però il finale..”, non ricordo quale fosse, ma “..non chiudeva”. Mi disse “dai, prova a pensare a un altro finale”.

Allora io tornai a casa, la lavorai un po’ e cambiai il finale, mi venne questa frase del piatto di grano e capii che era il finale giusto e infatti Melis quando la sentì mi disse”ecco, bravo!”. Questo per dirti che poi alla fine si parla male della discografia, “ah i discografici sono i padroni del vapore, perché sfruttano, fanno..”, ecco non era vero.

Non so sia vero adesso naturalmente, però io ho avuto anche di incontrare persone che facevano il lavoro del discografico come un grande editore, qualcuno che si confronta con l‘autore, non sta solo lì a fare marketing e a distribuire, ma entra anche nel vivo della materia che deve produrre.

(Francesco De Gregori)

 

 

 

Trackbacks/Pingbacks

  1. Francesco De Gregori. Due chiacchiere con il cantautore italiano | Cantautori italiani - 4 maggio 2012

    […] De Gregori è sicuramente una figura ben nota nella canzone d’autore. Il cantautore italiano si racconta in un’intervista con Vincenzo […]

  2. Le canzoni d’autore raccontate dai cantautori italiani - parte 2 | Cantautori italiani - 15 maggio 2012

    […] precedende post abbiamo esplorato la canzone d’autore descritta dagli stessi cantautori italiani che l’hanno scritta. Abbiamo sentito dalle parole […]

  3. Il rapporto tra i cantautori italiani e la televisione | Cantautori italiani - 1 giugno 2012

    […] un pensiero comune e cioè che la televisione non è certo il luogo ideale dove proporre la canzone d’autore. Di questi tempi ancor di […]

  4. La parola cantautore, cosa significa? E la canzone d’autore? | Cantautori italiani - 1 giugno 2012

    […] musica  e se la canta. Una volta questa figura era sinonimo di validità, era nata l’espressione canzone d’autore. Ma mi si dice, tutte le canzoni hanno un autore, quindi l’espressione non è valida in se […]

  5. La canzone d'autore italiana cresciuta nel Folkstudio | Cantautori italiani - 6 maggio 2013

    […] se non nati nel locale romano del Folkstudio. Un centro di attenzione dove si è vista nascere la canzone d’autore italiana. Otello […]

  6. Perchè la canzone d'autore italiana conta poco all'estero? | Cantautori italiani - 6 maggio 2013

    […] vista è spiacevole, d’altra parte per quanto riguarda la canzone  o quella che viene definita canzone d’autore italiana, credo che siamo fra i migliori che ci siano al mondo. Sinceramente! Basta confrontare un […]

Leave a Reply

Login with Facebook: