Article

I nuovi cantautori italiani e Sanremo

I nuovi cantautori italiani spesso salgono sul palco di Sanremo, a differenza di quello che avrebbe fatto un De Gregori, un Guccini o un De Andrè ; ma i tempi sono cambiati e nella logica del business la vetrina del festival offre grande visibiltà.

Per qualcuno dei nuovi cantautori italiani Sanremo è stato un vero trampolino di lancio, mentre altri,”fortunatamente” , non ne hanno avuto bisogno. Partiamo da Fabi che ancor prima di salire sul palco dell’Ariston faceva un altro mestiere. Ce lo racconta in un simpatico aneddoto.

I nuovi cantautori italiani e Sanremo

Niccolò Fabi

Io quando andai a Sanremo la prima volta nel 1997, ancora stavo lavorando alla biblioteca di Santa Scolastica a Subiaco per un progetto di catalogazione di manoscritti. Subito dopo essere stato a Sanremo sono tornato in biblioteca perché ancora dovevamo finire il lavoro e il bibliotecario mi ha guardato in faccia e mi ha detto “Dottore, può essere che io l’abbia vista a Sanremo?”. A quel punto credibilità scientifica esaurita, finita. Drammatico, però mi iniziò a chiedere “senta, ma Raimondo Vianello è simpatico?”. A quel punto ho capito che potevo chiedergli di santa..che ne so, di sant’Agostino e lui mi chiedeva di Eva Herzigova. Era finito.

(Niccolò Fabi)

Vediamo cosa risponde Bersani, uno dei validi e nuovi cantautori italiani,  alla domanda in cui si chiede perchè i suoi colleghi non vogliono andare a Sanremo.

Samuele Bersani, uno dei nuovi cantautori italiani, a Sanremo

Samuele Bersani a Sanremo

Alcuni cantautori di non ne vogliono neanche sentir parlare. Io anche per qualche anno, mi metto nei loro panni. Quando li ho chiamati, perché sai che il venerdì c’è la serata dei duetti, cosa ormai tradizionale a Sanremo dove chiunque faccia parte del cast deve dividere il palco con un suo collega, ovviamente ho provato a coinvolgere i miei amici, perché poi nella musica son fortunato, ho anche diversi amici. Forse per paura di perdere l’amicizia mi hanno detto di no; senza aver sentito il pezzo, semplicemente la parola Sanremo li ha messi in difficoltà. Questo lo posso capire perché negli anni passati anche a me capitò che qualcuno mi chiamasse per la stessa identica cosa. Poi come al solito può capitare che l’idea migliore non sia la prima, ma l’ultima.

(Samuele Bersani)

Terminiamo con la testimonianza di chi a Sanremo non c’è stato e non ha intenzione di andarci.

Luciano Ligabue e Sanremo

Luciano Ligabue

Sanremo è il festival della canzone italiana ed è una vetrina pazzesca. Credo che abbia fatto la fortuna di diverse persone , abbia reso visibile molte persone. Però se riesci a schivarlo come è successo a me i primi anni, soprattutto quando devi farti conoscere, poi non ti viene voglia di farne parte (almeno a me), perché c’è qualcosa di tosto e crudele nella gara, il fatto di giocarti tutto in quei tre minuti. A me piace far la musica in maniera più rilassata, poi si vede che non sono nemmeno predisposto io a vivere le gare musicali in quel modo. Quindi fino ad adesso l’ho schivato e la mia intenzione è quella di andare così. Il mio primo disco è uscito a maggio ed è andato bene subito, poi la casa discografica non ha avuto più bisogno di chiedermi di andare a Sanremo e non c’hanno provato più di tanto.

(Luciano Ligabue)

Trackbacks/Pingbacks

  1. I nuovi cantatori italiani e la ralazione con la canzone d'autore | Cantautori italiani - 29 maggio 2012

    […] più adatte, seguendo percorsi diversi. Qui di seguito possiamo trovare brevi testimonianze dei nuovi cantautori italiani che difficilmente riescono a identificarsi con questa tipologia, ma che conservano caratteristiche […]

Leave a Reply

Login with Facebook: